* Login   * Register


Last visit was:
It is currently Thu Feb 22, 2018 12:42 pm
View unanswered posts
View active topics





Post new topic Reply to topic  [ 3 posts ] 
Author Message
 Post subject: italiani brava gente?
PostPosted: Tue Apr 21, 2009 8:51 am 
Offline
Site Admin
User avatar

Joined: Thu Feb 19, 2009 5:26 pm
Posts: 513
Location: this world
vale ancora il vecchio adagio?

cosa ne pensate?


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: italiani brava gente?
PostPosted: Tue Apr 21, 2009 9:02 am 
Offline
Site Admin
User avatar

Joined: Thu Feb 19, 2009 5:26 pm
Posts: 513
Location: this world
l'opinione di severgnini:

Gli italiani che sbagliano e fanno le vittime
Studenti che copiano, evasione fiscale, appalti poco trasparenti e il razzismo degli stadi
Oggi parliamo di plagio accademico, cori contro Balotelli, professionisti ingordi e cemento (male) armato. I fili italiani sono sottili e tenaci: trovarli è possibile, tagliarli troppo faticoso. Cominciano dalle università. A differenza di quelle inglesi o francesi, sono sprovviste di software di rilevamento del plagio. Secondo la società Six Degrés, che ha condotto una ricerca su 2.000 atenei e istituti, il 50% delle tesi contengono più del 5% di similitudini da Internet. Traduzione: metà degli studenti copia.
Alle superiori, l'84% delle tesine dell'ultimo anno sono del tutto o in parte copiate. Voi direte: segreto di Pulcinella. D'accordo: ma il plagio è vietato, talvolta è reato. In molti Paesi, Usa in testa, l'azione è giudicata grave e disonorevole. Uno studente sorpreso a copiare è punito severamente, talvolta espulso. Forse perché al liceo ho peccato, non mi sento d'essere troppo severo. Ai tempi, però, si trattava di una soffiata o una sbirciata. Oggi si copia su scala industriale. Perché fare una ricerca se si può fare copia-incolla da Wikipedia? Alla stessa conclusione, devo dire, arrivano anche valenti colleghi — e sedici anni non li hanno più da un pezzo.

All'università le colpe sono più gravi, e non nuove. Anche prima del Web le facoltà erano consapevoli della compravendita delle tesi: il ragazzotto ricco e pigro acquistava dal bravo studente, desideroso di guadagnare. Gli studi professionali d'Italia sono pieni di questi campioni (hanno appena alzato gli occhi dal giornale/ schermo, sperando che nessuno li abbia visti arrossire). Tranquilli: niente prediche, in Italia sono fiato sprecato. Dico solo che esiste una regola (acquistare la tesi è vietato), da tutti ignorata.

Lo stesso meccanismo opera in altri campi. L'evasione fiscale, in cui intere categorie sguazzano, guadagnando 200 e dichiarando 30 (se dicessi quali scatterebbe l'indignazione piagnucolosa, e magari la querela).
Gli appalti pubblici, dove si viene pagati per fare qualcosa, e si fa molto meno, in molto tempo, con materiali molto scadenti (poi arriva il terremoto, e salta fuori l'inghippo). Un amico mi ha spiegato perché i contratti di pulizia e manutenzione con enti pubblici sono tanto ambiti: ci si fa pagare il massimo e si spende il minimo, riducendo il numero di interventi e ingaggiando extracomunitari in nero.

Tanto, chi controlla? E Balotelli? dirà chi ha letto fin qui sperando in una bella polemica Inter-Juve. blablabla(...)blablabla


vi evito le stronzate sul "razzismo" da stadio.
ci sono problemi piu' serii.

il razzismo, che condanno, è altro!


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: italiani brava gente?
PostPosted: Wed Apr 22, 2009 6:00 pm 
Offline

Joined: Mon Feb 23, 2009 11:41 am
Posts: 39
---------
diciamo che è un concetto coniato nel corso dell'ultima guerra e rinforzato subito dopo (basti pensare che i greci, non sto esercito invincibile, ci chiamava armata se agapò!, ma quelli erano altri tempi e, in un certo senso (nonostante gli scheletri negli armadi che ci riguardano relativi a rastrellamenti esecuzioni ed altro) poteva anche starci.
Ma ora, brava gente di che? siamo tra i paesi più corrotti al mondo e di fatto ci autoincensiamo pensando e vivendo in un mondo tutto nostro...almeno questo è quello che ho ascoltato e notato negli altri paesi (soprattutto tu pedro ed altri che lavorate fuori ritengo ne sappiate di più...).
Per il resto si, la beneficenza e la solidarietà che viene dal "basso" c'è sempre stata...ma è altra cosa.


Top
 Profile E-mail  
 
Display posts from previous:  Sort by  
Post new topic Reply to topic  [ 3 posts ] 


Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests


You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot post attachments in this forum

Search for:
Jump to:  
cron

Free Forums · php-BB© · Internationalization Project · Report abuse · Terms Of Use/Privacy Policy
© Forums-Free.com 2009