* Login   * Register


Last visit was:
It is currently Sun Jul 22, 2018 7:07 am
View unanswered posts
View active topics





Post new topic Reply to topic  [ 67 posts ]  Go to page Previous  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Next
Author Message
 Post subject: Re: News
PostPosted: Thu Mar 19, 2009 12:58 pm 
Offline
Site Admin
User avatar

Joined: Thu Feb 19, 2009 5:26 pm
Posts: 513
Location: this world
Genova, 25 poliziotti nei guai: cocaina, bische e festini
GENOVA — Il mondo sotto al monumento di Quarto era come un film americano. I circoli per anziani diventavano bische notturne. Arrivava gente in cerca di coca che si faceva chiamare «Jack» e «Topo», con i rotoli di banconote in tasca. Gli sbirri che gestivano il traffico di droga si sentivano «prima spacciatore e poi poliziotto », tenevano in casa fucili a pompa e munizioni da guerra per custodire «la bamba», organizzavano festini con prostitute, transessuali e fiumi di polvere bianca, si depilavano a sangue il pube per sfuggire ai controlli tossicologici degli «Affari interni», sniffavano fino a «farsi girare gli occhi», scortavano armati le auto dei pusher.

Lo sapevano in tanti, quel che succedeva intorno al «monu », la statua che celebra la partenza dei Mille di Garibaldi diventata punto di ritrovo dei «cattivi tenenti» genovesi, i due poliziotti arrestati lo scorso febbraio per spaccio. Era davvero come un film o un romanzo lungo almeno due anni, dal 2007 al 2009. Di quelli sui poliziotti cattivi, «i ragazzi del coro » raccontati da Joseph Wambaugh e poi James Ellroy. Dove non c'è più distinzione tra male e bene, i mondi paralleli del crimine e della legge finiscono per sovrapporsi e diventare una sola cosa. Soltanto che qui i cattivi tenenti avevano facce da ragazzi, non la maschera sfatta di Harvey Keitel.

nessuno si è mai accorto di niente, questa è la versione ufficiale. :roll:
I poliziotti arrestati e quelli indagati hanno lavorato a Milano, Asti, Lodi, Novara, Mondovì e Genova, trafficando sempre in cocaina. I magistrati sono sempre più convinti che gli agenti abbiano goduto di una rete di connivenze. ma no :?: ma dai :!:
Non un complotto da parte di cittadini al di sopra di ogni sospetto. Piuttosto, la semplice condivisione del consumo di droga, pratica che dalle testimonianze raccolte finora sembra diffusa tra i colleghi degli agenti arrestati. Anche nelle intercettazioni ci sono passaggi preoccupanti. «Sei dei tanti, non ti preoccupare, sei proprio nella norma», dice un agente ad un collega mentre parlano tra loro del consumo di droga.
Anche per questo il capo della Polizia ha subito mandato i suoi ispettori. Nessuna voglia di sottovalutare l'allarme.

«Poche mele marce» :lol:
è la definizione fornita dal questore di Genova Salvatore Presenti. Un gruppo di amici, tutti compagni di corso, età compresa tra i 25 e i 30 anni. L'indagine nasce quasi per caso e fin da subito assume una coloritura malsana. Massimo Pigozzi è un agente che nel luglio scorso è stato condannato a tre anni e due mesi per i fatti avvenuti durante il G8 nella caserma di Bolzaneto. Aveva «strappato» la mano di un no global, divaricandogli le dita fino a lacerare pelle e legamenti. Nel 2007 era stato arrestato con un'altra accusa. Insieme ad alcuni suoi colleghi avrebbe violentato tre prostitute straniere nelle guardine della questura genovese. I magistrati decidono di fare intercettazioni sull'utenza dell'agente che abitualmente era di turno con lui. Dall'ascolto delle telefonate emergono riferimenti a festini a base di cocaina. Ad organizzarli è uno spacciatore, Luca Schenone, che rifornisce decine di poliziotti. Due di questi acquirenti, gli agenti Morgan Mele e Stefano Picasso, decidono di mettersi in proprio, organizzando una rete che aveva clienti in molte questure del Nord Ovest.

I comportamenti illegali di questo gruppo di agenti mostrano una scelta di campo netta. «Venererò quello spacciatore fin che vivrà» dice Mele, consapevole dell'abbruttimento dovuto alla droga. «Non riesci a pisciare, dormire, mangiare. E non ci vedi, cazzo». Quando Picasso viene fermato dai carabinieri mentre sta sniffando fuori da una discoteca, decide di prendersi una pausa dal lavoro in questura e simula una malattia, ingannando il medico. «Recito da Oscar. E ho scoperto che il bello è stare a casa senza avere assolutamente nulla, è una cosa bellissima». Un poliziotto dichiara le sue intenzioni: «Voglio bruciarmi completamente ». Il collega lo ammonisce a non portare un amico considerato non adatto: «Non vorrei che morisse lì, e poi ci tocca anche buttarlo nella spazzatura». Medici pronti a dare lastre false per simulare incidenti, armi illegali, depilazioni integrali e ripetute per aggirare i controlli. Due atti di droga venduta e consumata ogni settimana. Coca a fiumi, cervelli in pappa. «Stasera voglio fare una rissa della Madonna, finisce che ammazzo tutti». La sensazione di impunità che permette di fare progetti folli. «Facciamo come i colleghi arrestati a Brescia» dice l'agente Mele. Si riferisce ad una banda di carabinieri e vigili urbani che rapinava extracomunitari. «Rapinare i negri», una suggestione che ricorre spesso nelle intercettazioni. Ogni Paese ha i ragazzi del coro che si merita.


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Thu Mar 19, 2009 1:38 pm 
Offline

Joined: Wed Mar 04, 2009 12:03 pm
Posts: 42
ma si.....dietro la divisa c'è sempre l'uomo con le sue debolezze! :roll:


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Fri Mar 20, 2009 5:10 pm 
Offline

Joined: Sun Mar 08, 2009 4:34 pm
Posts: 72


lo avevo accennato tempo fà in altri lidi.


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Fri Mar 27, 2009 7:03 pm 
Offline
Site Admin
User avatar

Joined: Thu Feb 19, 2009 5:26 pm
Posts: 513
Location: this world
Usa, 8 ore al giorno davanti allo schermo
Dopo la tv per l'americano non viene più la radio bensì
il computer e il giornale tradizionale è al quarto posto


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Sat Mar 28, 2009 11:18 am 
Offline

Joined: Wed Mar 04, 2009 12:03 pm
Posts: 42


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Sat Mar 28, 2009 1:15 pm 
Offline

Joined: Mon Feb 23, 2009 11:41 am
Posts: 39
era solo questione di tempo :o


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Mon Mar 30, 2009 9:38 am 
Offline

Joined: Wed Mar 04, 2009 12:03 pm
Posts: 42
Quote:
Una cosa analoga era stata scoperta l'anno scorso

'Caccia allo sbirro', su internet un blog contro i poliziotti. Informativa Digos in Procura

Secondo gli inquirenti il blog, definito di ''denuncia dei servi della borghesia'', potrebbe essere stato costruito da militanti di un partito di estrema sinistra che ha base in Francia


ultimo aggiornamento: 29 marzo, ore 12:45
Bologna, 29 mar. - (Adnkronos/Ign) - La Digos di Bologna ha già depositato in Procura un'informativa sul blog 'Caccia allo sbirro' nel quale sono state pubblicate delle immagini che ritraggono poliziotti in servizio a Bologna, Milano e Bergamo. Il blog invita anche i navigatori a indicarne i nomi, i ruoli, la zona di operatività e, possibilmente, indirizzi. Scopo dell'iniziativa "intimidire il repressore, farli conoscere alle masse popolari".

I primi a comparire nella campagna d’intimidazione sono stati alcune decine di agenti e funzionari di polizia bolognesi, ritratti da un anonimo fotografo nel corso di una manifestazione che si è tenuta il 1° luglio 2008 in piazza Trento e Trieste, sede della Procura, durante l’udienza preliminare di un’inchiesta per associazione sovversiva con finalità di terrorismo a carico di 12 attivisti dei Carc, i Comitati di appoggio alla resistenza per il comunismo. Ma il sito conta anche delle immagini provenienti da Milano, quando il 10 gennaio si tenne un'iniziativa per la Palestina, e un video che riprende degli incidenti avvenuti in un corteo contro Forza Nuova a Bergamo il 28 febbraio.

Secondo gli inquirenti il blog, definito di ''denuncia dei servi della borghesia'', potrebbe essere stato costruito da militanti di un partito di estrema sinistra che ha base in Francia.

Una cosa analoga era stata scoperta l'anno scorso e la pm Morena Plazzi aprì un fascicolo ipotizzando il reato di violazione della privacy per aver utilizzato delle foto senza l'autorizzazione degli interessati. In quel caso non si trattava di un blog ma di una pagina statica legata al sito web di Indymedia. Si trattava delle fotografie di oltre 60 poliziotti e alcune erano molto vecchie tanto che alcuni agenti non erano più in servizio.

In quel caso la pm chiese e ottenne dal gip il sequestro della pagina, ma poi la polizia postale non ha potuto eseguire il provvedimento per due ragioni. Primo perché il server era all'estero e secondo perché per bloccare il singolo file era necessario sequestrare l'intero sito di Indymedia. Una misura che il gip non aveva concesso e soprattutto giudicata non proporzionata dallo stesso magistrato. Per il procuratore reggente, Silverio Piro, si tratta di ''fatti di una gravità straordinaria'' perché ''è evidente il contenuto intimidatorio''. Lo stesso magistrato ha spiegato che si cercherà di ''porvi dei correttivi'' anche se in questi casi a volte ''le frecce al nostro arco non sono molte e a volte sono anche un po' spuntate''.


Che bella iniziativa!!! 8-)


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Mon Mar 30, 2009 9:47 am 
Offline

Joined: Wed Mar 04, 2009 12:03 pm
Posts: 42
Quote:
Il caso - Delirante invito del sedicente "(nuovo) partito comunista italiano" a mettere in rete immagini e nomi dei poliziotti che ci si è trovati di fronte nelle manifestazioni di piazza. Ci sarebbero anche foto e video riguardanti gli socntri del 28 febrbaio a Bergamo. la procura di Bologna apre un'inchiesta, la Digos indaga. Il sito colpito dagli hacker "netgods".

"Caccia allo sbirro su Internet"
ma il sito della vergogna
è già stato "attaccato"


Un sito per aiutare i compagni a "dare la caccia allo sbirro". E' il proposito delirante lanciato in Internet dal sedicente "(nuovo) Partico comunista italiano", per spingere la galassia antagonista a mettere in rete foto, nomi, cognomi e indirizzi dei poliziotti che ci si trova di fronte nelle manifestazioni di piazza, ma anche di presunti "infiltrati e provocatori". Un'iniziativa reclamizzata da un'apposita e-mail dai toni pesantemente minacciosi verso le forze dell'ordine.
Il popolo dei ribelli ha risposto subito presente, pubblicando sul sito immagini tratte dalle ultime scene di guerriglia urbana, tra cui anche gli scontri del 28 febbraio in via Paleocapa a Bergamo. Una vera lista di proscrizione, in cui si ritraevano anche esponenti bergamaschi delle forze dell'ordine. Le reazioni non si sono fatte attendere: la procura di Bologna ha aperto un'inchiesta, la Digos sta indagando in varie città. Nel frattempo il sito, difficile da oscurare perché ospitato su un server francese, è stato attaccato da fantomatici hacker che si fanno chiamare "Netgods". In fondo all'articolo, compare la scrita "hacked by..." e lo slogan "W gli sbirri!". Nell'attesa che la magistratura faccia i suoi passi, qualcuno ha già posto rimedio.


hacker di stato? :roll:


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Mon Mar 30, 2009 9:57 am 
Offline
Site Admin
User avatar

Joined: Thu Feb 19, 2009 5:26 pm
Posts: 513
Location: this world
non me la sento di fomentare.
ognuno ha la sua opinione sui SERVI dello stato.
in generale sappiamo che molti sono quello che sono, qualcuno anche tra di loro si salva, fa un lavoro per sopravvivere, un lavoro che se fatto onestamente, dovrebbe essere a vantaggio della comunitá, a salvaguardia dei cittadini e delle persone oneste e non a DIFESA dei potenti, reprimendo la gente comune.

quando sono i cani da guardia delle moderne DITTATURE meritano SOLO disprezzo.
quando operano seriamente nella loro attivitá, non ho niente da dire.
i VERI criminali sono in alto, i VERI criminali gli danno gli ordini o li pagano sottobanco per nascondere i loro loschi giri.


Top
 Profile E-mail  
 
 Post subject: Re: News
PostPosted: Mon Mar 30, 2009 4:22 pm 
Offline

Joined: Wed Mar 04, 2009 12:03 pm
Posts: 42
---------
il tuo discorso fila alla grande ma mi sembra che siano sempre meno sporadici i casi di nefandezze o comunque di poca "correttezza" da parte di esponenti di questa categoria.......quindi per quanto mi riguarda....ben venga un'iniziativa del genere!


Top
 Profile E-mail  
 
Display posts from previous:  Sort by  
Post new topic Reply to topic  [ 67 posts ]  Go to page Previous  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Next


Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests


You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot post attachments in this forum

Search for:
Jump to:  
cron

Free Forum Hosting · php-BB© · Internationalization Project · Report abuse · Terms Of Use/Privacy Policy
© Forums-Free.com 2009